regolamento - Comune di San Cesario sul Panaro

Ambiente e territorio | Laghi Sant'Anna | regolamento - Comune di San Cesario sul Panaro

 

Criteri di accesso e di comportamento nel sito SIC/ZPS

 

Di seguito riportiamo i criteri di accesso e di comportamento che regolamentano il sito, aggiornati con Ordinanza Sindacale n. 23 del 12 aprile 2021

 

 

Disciplina degli accessi e dei parcheggi

 

  1. L’accesso all’area è consentito tutto l’anno, a pedoni, ad animali domestici tenuti al guinzaglio, a ciclisti (anche con bicicletta a pedalata servoassistita) e cavalieri. L’accesso è vietato nel caso di condizioni climatiche avverse, che possano creare pericolo per i fruitori del parco, ovvero in caso di esondazioni del fiume Panaro.
  2. L’accesso ai parcheggi è consentito a motocicli e autovetture.
  3. È vietato l’ingresso ad autocarri di peso complessivo superiore a tonnellate 3,5 ed ai veicoli con rimorchio ad eccezione di quelli autorizzati dal competente Settore Tecnico Manutentivo LLPP.
  4. Sono esclusi dal rispetto delle limitazione di cui al punto precedente, per l’esclusivo svolgimento dei compiti istituzionali che gli sono propri, la Polizia dello Stato e Locale, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, 118 Pronto soccorso, Servizio Tecnico dei Bacini degli affluenti del Po, Agenzia Interregionale per il fiume Po, Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente, Servizio Veterinario, Guardie giurate ittico-venatorie, zoofile e ambientali, Nucleo Tutela Ittica di Modena, Provincia, Comuni di San Cesario e Modena, Hera spa, Ditte incaricate ed autorizzate dall’Amministrazione Comunale per l’espletamento di sopralluoghi o l’esecuzione di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria.
  5. Nei parcheggi è vietato l’uso dei piedi stabilizzatori per gli autocaravan, l’apertura di verande, tavolini e sedie, ombrelloni, tende da campeggio, stazionare con il veicolo mantenendo il motore o eventuali gruppi elettrogeni accesi, nonché accedere con natanti di qualsiasi genere, comprese le barche radiocomandate.
  6. È vietato lasciare parcheggiate le autovetture, in caso di chiusura dell’intera area per condizioni meteorologicamente avverse
  7. I parcheggi non sono custoditi ed il Comune non risponde di eventuali danneggiamenti e furti dei veicoli o di oggetti in essi contenuti.

 

Fruizione dell’area

 

  1. I velocipedi (biciclette, tricicli, tandem, risciò, biciclette a pedalata servoassistita, ecc.) devono circolare ad una velocità tale da non costituire un pericolo per i pedoni o la fauna e senza danneggiare i percorsi e le aree prative.
  2. È vietato lasciare liberi i cani, che devono essere invece condotti al guinzaglio.
  3. I cavalli vanno condotti al passo, transitando in fila indiana, preservando l’incolumità dei pedoni e dei ciclisti e senza calpestare le aree prative. È vietato trottare o galoppare.
  4. In tutta l’area, è vietato il pascolo e l’allevamento brado.
  5. In tutti i percorsi esterni ai due parcheggi, e nelle aree verdi, è severamente vietata la circolazione e la sosta con veicoli a motore.
  6. È vietata la circolazione sui percorsi ciclopedonali, di mezzi cingolati o non dotati di pneumatici. È fatta salva la facoltà dell’Amministrazione Comunale di valutare e concedere per motivi contingenti ed eccezionali, l’autorizzazione per tali mezzi, con specifiche prescrizioni nelle modalità d’uso degli stessi.
  7. Il Comune non si assume responsabilità né rifonde eventuali danni che si verificassero a persone, animali o cose durante la permanenza nell’area, indipendentemente dall’attività svolta.
  8. È vietato il campeggio e ogni attendamento, compreso l’installazione di Gazebo e similari salvo autorizzati.
  9. È vietata la balneazione.
  10. È vietato gettare oggetti, lavarsi e lavare qualsiasi cosa od animale nei bacini.
  11. È vietata all’interno dell’area l’introduzione e l’uso di natanti di qualsiasi genere, a vela, a remi, o a motore, compreso i giocattoli radiocomandati.
  12. Sono vietati altresì gli apparecchi radiocomandati e ciambelle galleggianti di qualsiasi tipo normalmente denominati “Belly boat” sia per la pesca in movimento che per altri scopi.
  13. Sono vietate le gare ed i combattimenti fra animali.
  14. È vietato il danneggiamento degli arredi, degli impianti e di qualsiasi altro manufatto di proprietà comunale presente nell’area.
  15. Sono vietati i giochi di guerra simulata (softair).
  16. Sono vietati i concerti e la musica amplificata ad alto volume, gli schiamazzi ed i rumori molesti.
  17. È vietato l’abbandono dei rifiuti al di fuori degli appositi contenitori. In caso di riempimento degli stessi, i rifiuti dovranno essere conferiti nei bidoni o cassonetti posti all’esterno dell’area.
  18. È vietata la collocazione di stendardi, striscioni o insegne, l’affissione di manifesti o cartelli, l’applicazione sui veicoli in sosta di volantini pubblicitari, il lancio dei medesimi, l’effettuazione di propaganda sonora e la pubblicità in genere. L’Amministrazione comunale, per le proprie necessità o in caso di eventi e manifestazioni organizzate/patrocinate dal Comune, può affiggere manifesti informativi utilizzando le apposite bacheche.
  19. È vietato accendere fuochi in tutta l’area naturalistica di proprietà Comunale;

 

Attività di pesca

 

  1. La pesca è consentita solo ai possessori di licenza e permesso, salvo i soggetti esentati per legge, nel rispetto delle norme vigenti, del calendario ittico provinciale e dei patti convenzionali eventualmente stipulati con le associazioni legalmente riconosciute per tale attività.
  2. È severamente vietato danneggiare il canneto e la vegetazione in genere per creare dei varchi da cui pescare.
  3. L’attività di pesca compresa il Carp-fishing può essere praticata solo nei punti individuati lungo i tratti nord, est e sud di bordo lago, nel periodo 15 maggio 30 giugno l’esercizio del Carp - fishing in orario notturno è vietato.
  4. In tutto il tratto ovest di bordo lago (fra i segnali direzionali n. 2 e n. 4) l’attività di pesca è vietata.
  5. Ogni postazione potrà usufruire di massimo una tenda di dimensioni contenute, che dovranno essere costantemente presidiate da almeno un pescatore.
  6. Non possono essere svolte gare di pesca.
  7. Dopo il tramonto potrà essere svolta solo pesca senza uccisione “No-kill” e con rilascio nel lago del pescato

 

 

Clicca qui per scaricare l'ordinanza con le misure di salvaguardia nell'area dei Laghi di Sant'Anna

 

La natura, uno spazio da vivere

 

Un po' di storia

 

Il progetto

 

Carattetizzazione ambientale del Sito

 

Orari di apertura

 

Pubblicato il 
Aggiornato il