1
cerca nel sito
motore di ricerca
Comune di San Cesario sul Panaro Piazza Roma, 2 - 41018 San Cesario sul Panaro (MO)
3
area riservata
area riservata

Comune di San Cesario sul Panaro

Piazza Roma 2, 41018

San Cesario sul Panaro (MO)

Telefono 059 936 711

Fax 059 936 706

E-mail

PEC

2

Centro socio-aggregativo "I Saggi" - Progetti

 

Treccia delle Generazioni

 

 

saggi - progetti - storie di vita

 

STORIE DI VITA COMUNI

I Biografi di comunità incontrano i narratori

 

 

saggi - progetti - storie

 

SCAMBIAMOCI LE NOSTRE STORIE

Sensibilizzare alla scrittura autobiografica

 

 

Saggi - progetti - progetto arcobaleno

 

PROGETTO CON IL CENTRO ARCOBALENO

Laboratorio di narrazione

 

 

 

STORIE DI VITA COMUNI

 

“Storie di vita comuni” rientra nell’ambito delle iniziative del progetto di comunità denominato la “Treccia delle Generazioni” promosso dall’Amministrazione Comunale e dal Centro Socio-Aggregativo “I Saggi”. L’obiettivo è stato quello di raccontare la storia di vita di grandi anziani per consegnare alla cittadinanza ed ai ragazzi spaccati di vita quotidiana del passato affinché possano integrarli con quanto studiato sui libri di storia. Una raccolta che ricostruisce, attraverso le testimonianze dei narratori, quasi un secolo di storia di San Cesario è realizzata in collaborazione con la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari. Passare dall’oralità dei racconti, che spesso i grandi anziani fanno nel centro, alla scrittura per fissare quello che altrimenti è evanescente, far sì che diventi un testo, che lasci una traccia. In quest’ottica la raccolta di storie di vita del singolo diventa strumento di ricerca qualitativa per conoscere ed analizzare la soggettività di chi racconta, lo stile cognitivo, le strategie di memoria, i modelli relazionali. Il prodotto finale, un cofanetto con 12 storie autobiografiche, è stato consegnato dai biografi di comunità ai narratori.

Il progetto si è articolato in tre momenti diversi: la formazione dei biografi di comunità lo scorso autunno; la raccolta delle prime storie ed editing in quaderni in questa primavera e, infine, la rielaborazione delle storie e costruzione del cofanetto con i libri. Ben 12 biografi di comunità, dopo un percorso formativo, hanno incontrato i 12 narratori, anziani di oltre 80 anni, che frequentano “I Saggi”.

Ogni testimone è stato incontrato una prima volta per verificare l’interesse e la disponibilità all’iniziativa. Tutti i narratori dicevano che nella loro vita non c’era nulla di particolare ma i biografi di comunità li hanno convinti che la loro è stata una vita speciale ed unica, raccontata anche attraverso gli album fotografici che documentano la storia della persona, lettere, scritti di vecchia data.

“Storie di vita comuni” è senza dubbio un progetto della comunità per la comunità: altri volontari sono stati coinvolti nell’elaborazione grafica ed impaginazione dei quaderni, oltre all’editing delle storie, mentre l’Amministrazione ha dato il suo supporto per la stampa e la divulgazione dell’iniziativa.

 

Guarda il cofanetto in PDF

 

 

 

SCAMBIAMOCI LE NOSTRE STORIE

 

Scambiamoci le nostre storie” è un progetto nato dalla collaborazione tra le classi 2° A-B-C della scuola media dell’istituto comprensivo “Pacinotti” e il Centro Socio-Aggregativo de “I Saggi”. L’iniziativa, attraverso l’incontro e confronto tra adulti e studenti, basato sulla scrittura di sé e dell’ascolto non giudicante delle rispettive storie, si fonda sul principio che ripercorrere la propria storia di vita attraverso la scrittura, che porta ad assumere un atteggiamento di riflessività, anzi autoriflessività, e che permette di imparare dalla propria esperienza. Il progetto “Scambiamoci le nostre storie” parte diversi anni prima, nel 2013-2014 mutuando l’esperienza fatta a Modena da Anna Maria Pedretti e Daniela Stefani in collaborazione con il comune di Modena in tre diversi Istituti Comprensivi della città. I narratori volontari de “I Saggi” nel 2014 hanno elaborato un progetto di sensibilizzazione alla scrittura autobiografica che prevedeva tre diversi sviluppi:

  • formare un gruppo di persone alla metodologia della scrittura autobiografica;
  • avviare un progetto con i ragazzi delle medie;
  • contiene le storie di vita dei grandi anziani del nostro comune.

Un gruppo di nove volontari si è formato prima in un percorso di scrittura autobiografica personale, poi, assieme ad insegnanti della scuola, in un corso formativo per dare loro gli strumenti per realizzare il progetto con i ragazzi.

Dal 2016 è partito il primo laboratorio ed a seguire altri due nel 2017.

“Riteniamo che il dialogo tra generazioni diverse costituisca una risorsa preziosa per rafforzare il senso di appartenenza ad una comunità radicata nel proprio territorio: questo opuscolo ne è la dimostrazione – è il commento della professoressa Silvia Zetti, dirigente didattica dell’Istituto Comprensivo. A scuola i ragazzi sviluppano le competenze per divenire cittadini consapevoli, stando insieme, imparando ad ascoltare, a raccontare e a raccontarsi; a scuola esercitano il pensiero riflessivo e costruiscono un percorso di conoscenza di sé e della realtà che li circonda”.

 

L’esperienza formativo-didattica, che è stata realizzata, ha coinvolto studenti in attività di scrittura ed ascolto delle storie dei narratori e dei compagni attraverso tre incontri, dove ragazzi e narratori, a fronte di specifici stimoli, hanno scritto e condiviso. Per favorire questo percorso ogni classe di ragazzi è stata divisa in due gruppi, che per due ore hanno lavorato senza la presenza dell’insegnante; ogni scritto prodotto, affinché potesse essere spontaneo, non è stato sottoposto a valutazione.

In tal modo si è favorita una conoscenza non superficiale tra persone di diverse generazioni e tra i ragazzi stessi, promuovendo, negli studenti, una maggior capacità di espressione orale e scritta, così come emerge dalle parole espresse dai ragazzi nei testi di valutazione finale. I narratori hanno vista riconosciuta, da parte di ragazzi appena adolescenti e che vivono in un mondo così lontano dalla loro infanzia, la capacità di narrare e commuovere, di divertire e far riflettere; hanno scoperto che le cose che davvero contano nella vita sono percepite come valori anche dai ragazzi di oggi. Soprattutto entrambi hanno vista riconosciuta una cosa che non era assolutamente scontata: la dignità delle storie.

 

Consulta il Libretto

 

 

 

PROGETTO CON IL CENTRO ARCOBALENO

Nel mese di novembre del 2016, tra educatori del centro  Arcobaleno ed i volontari- narratori de I Saggi si è elaborato un progetto che aveva come obiettivo  la possibilità per gli ospiti del centro di aumentare la loro relazione e conoscenze con persone del territorio. Il progetto basato sull'autobiografia  e  attraverso uno scambio di vissuti personali ha permesso di realizzare  una raccolta di ricordi significativi.  Le relazioni che si sono venute a creare, durante gli incontri avvenuti nel marzo del 2017, hanno portato ad una crescita e ad un arricchimento di tutte le persone coinvolte. Per questo motivo  volontari, operatori e ragazzi del centro Arcobaleno hanno ritenuto di  rafforzare e continuare  il rapporto  trasformando il progetto  in un laboratorio  di narrazione. I ragazzi del centro, un mercoledì al mese, vengono accompagnati dai loro educatori presso il centro I Saggi e nell’ambito di un programma  predefinito svolgono attività di animazione e narrazione.

 

Risultato
  • 2
(12 valutazioni)


Eventi e appuntamenti
<< giugno 2019 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             
 
 
Comune di San Cesario sul Panaro
Piazza Roma, 2 - 41018 San Cesario sul Panaro (MO)
P.I. 00311560361
Tel: 059 936 711 - Fax: 059 936 706
E-mail: info@comune.sancesariosulpanaro.mo.it
Posta elettronica certificata: pec@cert.comune.sancesariosulpanaro.mo.it
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2011